fbpx

La Storia di Rosco

Rosco, una storia a lieto fine

Rosco ERA un bellissimo meticcio.

Per fortuna non è così, perchè Rosco E’ un bellissimo meticcio.

Per fortuna perché Rosco aveva una colpa gravissima…

La sua colpa era quella di essere entrato a far parte di una famiglia alla quale dava fastidio per le Ferie.

Forse chi lo ha adottato prima non può definirsi “famiglia”. Forse, chi lo ha adottato prima, ha preso troppo alla lettera l’appellativo con cui viene definito chi ha un cane: “Padrone”.

Probabilmente questa persona o queste persone pensano che essere padrone di un cane significa poterne disporre come vogliono, senza pensare che un animale da compagnia (gatto, cane…) è in realtà un nostro Amico, un compagno che ci sarà vicino per una parte, che sia la più lunga possibile, della nostra vita.

 

Quando è stato trovato, il povero Rosco era ormai stremato. Il caldo lo stava uccidendo. Ore passate sotto il sole lo avevano debilitato.

Eppure, anche in condizioni così di disagio, dimostrava la sua indole ed il suo affetto per chi si è avvicinato con l’intenzione di aiutarlo.

Nonostante l’accaduto Rosco aveva ancora fiducia, credeva in quello che è l’amore dell’uomo per un animale. Quando Francesca si è avvicinata la prima cosa che Rosco ha provato a fare è stata quella di leccarle una mano, nonostante la fatica per muoversi.

Francesca, per fortuna, aveva con se una bottiglietta di acqua. Ha incominciato piano ad inumidirgli la lingua, poi a mettersi dell’acqua nella mano a coppa così che potesse berne. Datagli un po’ d’acqua lo ha slegato, preso in braccio con dolcezza e caricato in auto. Direzione veterinario.

Rosco è rimasto qualche giorno in cura. E’ stato reidratato, nutrito, visitato vaccinato e microchippato.

Ora Rosco ha trovato una famiglia a cui donare il suo immenso amore. E’ l’ombra di Francesca, di suo marito e dei loro due figli. Ma è soprattutto per Francesca che Rosco ha assoluta devozione. Se Francesca è in casa Rosco è vicino a lei. Sempre. In cambio chiede di essere trattato con rispetto, cosa che vale per qualunque animale. 

Te lo dico perché, avendo un cane, un gatto, due acquari, una casetta per cibare gli uccellini sul balcone, credo di poter dire che sono un amante degli animali. E sono convinto che, il minimo che si possa fare per loro sia prendere dei piccoli accorgimenti che siano utili per loro, ma anche per te.

Ti faccio qualche esempio di ciò che io faccio per loro, ma anche per me, indirettamente

Ovviamente porto il mio amico a passeggiare tutti i giorni (lo fai anche tu, vero??)

Lui ne ha molto bisogno: deve esplorare, annusare, sgranchirsi… Deve fare movimento!

E, facendolo fare a lui lo faccio anche io. Lui si diverte, io ne beneficio a livello di benessere fisico.

Ma, spesso, quando passeggiamo è l’imbrunire, se non già buio. In estate perchè uscire presto è poco salutare in quanto fa troppo caldo per entrambi. In inverno si fa buio presto per cui quando usciamo, dopo che finisco al lavoro, è buio.

E girare con il buio con il mio amico al guinzaglio mi sono reso conto che è una pratica talvolta pericolosa. Se giro lungo le strade le auto a volte faticano a vederci.

Quando magari vado nel bosco lo lascio correre un po’ slegato, e talvolta fatico a vedere quando si allontana un po’ dove si trova.

Ho trovato la soluzione al mio problema! Questo collare rende il mio amico ben visibile, rendendo sicure le mie passeggiate con lui. In fondo, risparmiare sulla sicurezza non ha nessun senso!

Perdere un amico, magari causando un incidente ad un ciclista o a un motociclista, vale sicuramente più del costo di un collare.

Fai come ho fatto io. Trovi questo splendido collare, in più misure, facile da pulire cliccando qua: collare luminoso

Io non so se succede anche a te… Ma tra il gatto ed il cane in casa è sempre un’invasione di pelo bianco su divano, cuscini, pavimenti…

Stanco di vedere pelo ovunque, (specialmente durante la muta mi accorgevo che si staccava a mazzi), ho cercato una soluzione e mi sono imbattuto nel Guanto Magico…

Sembra banale, ma è il classico uovo di Colombo!

Sia Arix (il cane) che Minù (la gatta) amano essere accarezzati (come tutti i cani ed i gatti). E allora perchè non unire le cose?

Uso Magic Glove per accarezzarli e:

    • Arix apprezza il massaggio
    • Minù apprezza il massaggio
    • Il pelo (almeno la gran parte) resta sul guanto, dal quale lo stacco e lo butto. 
    • Davvero un’altra trovata geniale per dare piacere ai tuoi amici e ridurre la quantità di pelo in giro per casa 

Rendi felici anche tu i tuoi Arix e Minù con Magic Glove!

Scopri di più cliccando qui

Davvero un’altra trovata geniale per dare piacere ai tuoi amici e ridurre la quantità di pelo in giro per casa